IL MONDO DEI MOTORI

Al Lingotto Fiere dal 1 al 4 Febbraio

Emanuela Terracina, 31.01.2018          FOTOGALLERY

TORINO - Dopo il grande successo dell'anno scorso, torna a Torino la 36esima edizione di Automotoretrò, la fiera dedicata al motorismo storico organizzata da Bea srl in collaborazione con GL events Italia-Lingotto Fiere. L'evento quest'anno durerà un giorno in più, dall’1 al 4 febbraio 2018 presso il Lingotto Fiere di via Nizza 294.

Automotoretrò, con i suoi quattro padiglioni, riserverà al pubblico aree dedicate al modellismo, ai settori ricambi e accessori, all'editoria specializzata e al settore dell'automobilia, che raggruppa quel mondo di oggetti di ogni genere che ruota intorno al collezionismo automotoristico.

«Forti del successo degli ultimi anni, l’obiettivo per l’edizione 2018 - spiega Beppe Gianoglio, che da trent'anni organizza l'evento - è quello di raggiungere e superare quota 70.000 visitatori, proponendo un vero e proprio viaggio nel mondo dei motori a 360 gradi e dando la possibilità ad appassionati provenienti dall'Italia e dall'Europa di trovare il ricambio mancante o il modellino che completa la collezione, ma anche provare dal vivo lʼadrenalina delle gare in pista».

All’ingresso del Padiglione centrale, sarà esposta la leggendaria Lancia Rally 037, la sportiva erede della gloriosa Stratos e antesignana della imbattibile Delta Integrale, che ha tutt'ora il primato di essere l'ultima due ruote motrici campione del mondo nel 1983, protagonista della scena iridata fino al 1986 con i fuoriclasse Walter Rohrl, Markku Alen, Attilio Bettega ed Henri Toivonen. L'esposizione di Automotoretrò sarà composta da quattro esemplari: uno in versione stradale, due in allestimento da corsa con la livrea Martini Racing e Totip Jolly Club e uno che rappresenta l'evoluzione più moderna, progettato da un team di studenti del Politecnico di Torino e dotato di trazione integrale ibrida in un perfetto connubio di storicità e innovazione tecnologica.

Verrà per l'occasione presentato il libro Lancia Rally: nome in codice 037, scritto dall'ingegner Sergio Limone (progettista della vettura) e dal giornalista Luca Gastaldi, che insieme al pilota Miki Biasion racconteranno tra immagini inedite e testimonianze dirette la genesi e lo sviluppo tecnico del modello.

Una mostra tematica celebrerà l’icona di stile francese disegnata dal varesino Flamino Bertoni, uno dei più innovativi car designer di sempre e creatore anche delle Traction Avant e DS, i cui disegni saranno messi all’asta da Catawiki nei giorni della fiera.

Il 2018 segna l’anniversario dei primi 70 anni di due grandi nomi della Storia dell’automobilismo: l’originale e indimenticata Citroën 2CV, prodotta in diverse generazioni e innumerevoli declinazioni e colori, e il marchio Land Rover, dal 1948 sinonimo di avventura e versatilità su tutti i tipi di terreno.

Per il nono anno consecutivo, l'Automotoretrò sarà accompagnato, presso l'Oval, dalla rassegna Automotoracing, dedicata al mondo delle corse e delle alte prestazioni. Punto di riferimento in Italia per tutti gli appassionati di customizzazione, tuning e racing, coinvolgerà ancora una volta i marchi più importanti del settore e decine di piloti.

Tra le tante novità che attendono il pubblico, vi è il completo rinnovamento dell’allestimento della pista, più ampia e accessibile: l’area Bardahl, sponsor ufficiale dello spazio esterno, ospiterà oltre 1.000 metri di tracciato tra chicane, curve a gomito e rettilinei che vedranno i numerosi piloti pronti a sfidarsi in varie specialità, dal drifting alle derapate controllate, dalle esibizioni rally alle evoluzioni di moto enduro fino alle biciclette elettriche, nuovo trend degli appassionati delle due ruote.

«La città deve ringraziare gli imprenditori volenterosi che si adoperano per il bene della nostra città - commenta Alberto Sacco, assessore comunale al Commercio - e speriamo che il giorno in più possa aumentare ulteriormente le presenze. La nostra deve continuare a essere la città dell'auto e per questo stiamo sviluppando iniziative con l'Unione Industriale e non solo. Un evento come questo non può che aiutarci in questo senso».

Automotoretrò e Automotoracing annunciano così una grande festa dello sport, capace di attirare e accomunare un pubblico sempre più vasto ed eterogeneo di collezionisti, addetti ai lavori, piloti e motociclisti come semplici appassionati delle due e quattro ruote.

----------------------------------------

Fotogallery di Carlo Cretella

 
Sei qui: Home AREE TEMATICHE AMBIENTE e SOCIETA' IL MONDO DEI MOTORI - Emanuela TERRACINA