LINGUA MADRE AL SALONE DEL LIBRO 2018

Premiate le protagoniste vincitrici del Concorso Letterario ideato da Daniela Finocchi

STEFANO PIOVANO, 18.05.2018            FOTOGALLERY

Torino - Il concorso letterario nazionale "Lingua Madre" ideato e organizzato da Daniela Finocchi e' giunto alla sua tredicesima edizione

Nato nel 2005 come progetto permanente del Salone Internazionale del Libro di Torino e della Regione Piemonte, il premio si e' contraddistinto fin dagli esordi per l'educazione civica contenuta nelle opere letterarie e negli scatti fotografici realizzati interamente da donne straniere residenti in Italia. Le protagoniste di Lingua Madre aiutano il pubblico a scoprire una visione variegata ed inedita del globo. Le tante creatività femminili prendono per mano il lettore in modo da rifuggire e riscattare le libertà negate alle donne in numerosi paesi del mondo. Per questa ragione nel corso degli anni e' nata una vera e propria rete di comunità sparse nel globo, senza confini, che sostengono le attività di Lingua Madre.

Oltre 6000 autrici si sono spese dal 2005 in favore della narrazione, del dialogo,  della cultura e della relazione tra donne. Dal Marocco alle Filippine,  dal Giappone alla Nigeria,  dalla Cina al Brasile,  dal Pakistan alla Romania e molti altri stati nel mondo hanno recepito e sostenuto con vigore  l'intento del concorso letterario nato a Torino: dare voce alle donne straniere in Italia tramite il dinamismo di un’ ampia rete nazionale costituita da: SPRAR, CPIA, scuole,  carceri,  associazioni,  enti e club femminili. Ultimamente si registrano anche numerose partecipazioni di giovanissime e di volti delle nuove generazioni “ibride” che rappresentano certamente una buona base per potenziare il multiculturalismo nel nostro Paese. Un linguaggio che non si limita al racconto ma si diffonde attraverso convegni, incontri,  partecipazioni ai festival, mostre,  video e spettacoli teatrali.

Come ogni anno la premiazione di Lingua Madre e' avvenuta nell'ambito della programmazione dell' Arena Piemonte al Salone del Libro di Torino. Il podio di questa edizione registra nell'ordine: Repubblica Democratica del Congo e Italia al primo posto, Polonia al secondo e Argentina al terzo. La tredicesima edizione del Concorso ha premiato i racconti "Per Aspera ad Astra" di Aicha Fuamba e Sofia Teresa Bisi, "Parole perdute" di Dorota Czalbowska e "Hind dappertutto" di Marcela Luque. Premio sezione speciale Donne Italiane a Valeria Rubino con il racconto "K.19".

Il primo premio e' andato a Aicha,  una giovane congolese di 24 anni giunta in Italia nel 2014. La sua è una storia errante per lo stivale contraddistinta dal viaggio da Rovigo a Pantelleria per poi ritornare al Nord (Genova) alla ricerca spasmodica del focolare domestico. Nella sua intima “odissea” incontra una persona speciale, Sofia Teresa, che la sta aiutando in attesa di sostenere gli esami di maturità e cercare la sua strada ancora inesplorata. Il racconto “Per Aspera ad Astra” ha raccolto consenso unanime per la seguente motivazione: "il racconto dell'orrore  dell'esperienza dell'Africa, del Mediterraneo, dell'Europa, reso possibile dalla relazione di affidamento tra docente e discente. Per la capacità narrativa di trasformare, con il racconto, l'esperienza soggettiva di atrocità, a cui la cronaca drammaticamente abitua, in memoria collettiva".

Alla consegna dei premi hanno preso parte tra gli altri: la vincitrice della passata edizione Roxana Lazar, l' Assessora alla cultura e turismo della Regione Piemonte Antonella Parigi, il Presidente del Salone del libro ed il direttore della kermesse Massimo Bray e Nicola Lagioia , la Sindaca di Torino Chiara Appendino, le rispettive autorità diplomatiche  e comunali italiane. Per leggere i racconti premiati e quelli selezionati nell'attuale edizione si dovrà attendere qualche mese con la pubblicazione del volume "Lingua Madre Duemiladiciotto -racconti di donne straniere in Italia" (SEB27) edito in autunno. Le foto scelte dalla Fondazione Sandretto Re Rebaudengo saranno invece esposte in una mostra a cura di Filippo Maggia nell'autunno del 2018. I prossimi appuntamenti di Lingua Madre sotto la Mole saranno a Portici di Carta, al Salone del Gusto-Terra Madre ed a Torino Spiritualità. Per partecipare al concorso letterario  e'  possibile consultare il sito www.concorsolinguamadre.it oppure scrivere al seguente indirizzo: Casella postale 427 in Via Alfieri 10 -10121 Torino Centro. 

--------------------------------------

Fotogallery di Carlo Cretella

 
Sei qui: Home AREE TEMATICHE AMBIENTE e SOCIETA' LINGUA MADRE AL SALONE DEL LIBRO 2018 - Stefano PIOVANO