24 GIUGNO FESTA DI SAN GIOVANNI

Innovazione spettacolo cultura, la storia di Torino con musica e immagini simboliche dei droni. Non più fuochi d’artificio ma innovazione

Antonino Calandra  22.06.2018            FOTOGALLERY

TORINO - La Sindaca Chiara Appendino, “Dalla costellazione Taurus la città prende forma affermando la sua vocazione innovativa e rispettosa della sua gente.”

La storia rivive con le note musicale e le immagine simboliche dei droni perché nel cuore della città pulsa la passione, nella mente l’intelligenza per le nuove tecnologie. Quest’anno per la prima volta i fuochi d’artificio non animeranno lo spettacolo della festa di San Giovanni. Al loro posto una flotta di 200 droni, a pilotaggio remoto (UAV) Intel® Shooting Star™, voleranno su piazza Castello e disegneranno figure nel cielo di Torino. Sarà il primo spettacolo del genere in Italia, il più lungo mai progettato da Intel. Cambiare anche la location della festa: piazza Castello al posto della «storica» piazza Vittorio.

Nella serata del 24 giugno, migliaia di persone sono attese in piazza Castello, nel primo tratto di via Roma fino a piazza San Carlo, per assistere allo spettacolo realizzato con musica e giochi di luce e, a seguire, all’innovativo show dei droni luminosi, presentato per la prima volta in una città europea, che chiuderà il programma degli eventi cittadini organizzati per la festa di San Giovanni. A tale scopo l’Amministrazione comunale ha adottato - di concerto con la Prefettura e la Questura di Torino - una serie misure finalizzate a garantire elevati standard di sicurezza prima, durante e dopo l’evento che durerà complessivamente 30 minuti circa e inizierà intorno alle 22.30.

Nella serata di domenica 24 giugno, la facciata di Palazzo Reale si trasformerà in un “mega schermo” su cui sarà proiettato uno spettacolo di videomapping e giochi di luce. Progettato e offerto dal Gruppo Iren.

Iren è sempre stata vicina alla tradizionale festa di San Giovanni - afferma il Presidente Paolo Peveraro - quest’anno proponiamo, oltre al consueto supporto audio per tutto il periodo dei festeggiamenti, uno spettacolo innovativo di videomapping e giochi di luce realizzati grazie al know-how del Gruppo e alla competenza acquisita nel campo dell’illuminazione pubblica e delle manifestazioni illuminotecniche che vedono Iren protagonista di “Luci d’artista” a Torino e di installazioni luminose anche in altre città italiane ed europee. Forte focalizzazione - continua il presidente Peveraro - sui temi dell’innovazione, con la massima attenzione verso tutti gli stakeholders, ed in particolare al cliente/cittadino, con l’obiettivo di migliorare la qualità della vita delle persone e guardare alla crescita dei territori con gli occhi del cambiamento come indicato nella nostra vision”.  

E la Sindaca Chiara Appendino: «Tradizione e innovazione non sono certo alternative l’una all’altra.  L’evento che chiuderà i festeggiamenti di San Giovanni avrà infatti caratteristiche sicuramente diverse da quelli organizzati in passato ma sarà altrettanto, se non di più, spettacolare e, grazie all’impiego di tecnologie all’avanguardia, sarà anche sostenibile perché rispettoso dell’ambiente e a basso impatto acustico. La vocazione a innovare - continua la Sindaca- è un tratto caratteristico della nostra città.  La scelta di proporre questo tipo di spettacolo, proprio a Torino e per la prima volta in Europa, e la collaborazione nell’organizzazione di questo evento con aziende leader nel campo della ricerca e della sperimentazione di tecnologie innovative, ne è la conferma. È la prima volta che una città europea ospiterà uno spettacolo simile grazie a aziende leader di settore quali Tim, Ericsson, Aizoon, Thales Alenia Space, Gruppo Iren, Open Fiber e allestito da Intel Corporation».

L’assessora all’Innovazione, Paola Pisano: «Sul fronte dell’innovazione, proponendo questa novità assoluta nel programma dei tradizionali eventi di San Giovanni, Torino si mostra ancora una volta un passo avanti, anche quando si tratta di fare festa.  Non a caso - aggiunge l’Assessora- la “prima” europea per questo tipo di spettacolo va in scena proprio qui, nel capoluogo piemontese.  A Torino, infatti, Istituzioni pubbliche e Atenei, anche in collaborazione con il mondo delle imprese, lavorano per creare le condizioni ottimali per farla crescere come culla dell’innovazione e dello sviluppo di tecnologie inclusive e sostenibili dal punto di vista ambientale, economico e sociale, utili al territorio, capaci di dare spazio a nuove professioni, migliorare la qualità della vita quotidiana e generare benessere diffuso».

SAN GIOVANNI 2018, MISURE DI SICUREZZA PER LO SPETTACOLO DI CHIUSURA, tutte le informazioni sul web:

Informazioni dettagliate, anche con mappa, sui varchi controllati per l’ingresso in piazza Castello, via Roma e piazza San Carlo, sui divieti e le limitazioni al traffico e alla sosta, sui punti di soccorso sanitario e altre notizie utili sono disponibili online (e consultabili anche con smartphone) all’indirizzo https://sangiovanni2018.bsafe.city/

------------------------------------

Fotogallery di Carlo Cretella

Sei qui: Home AREE TEMATICHE AMBIENTE e SOCIETA' 24 GIUGNO FESTA DI SAN GIOVANNI - Antonino CALANDRA