IL  CALENDESERCITO 2014  PRESENTATO DAL GENERALE  ANTONIO PENNINO

Con il nuovo calendario “EsercitoMio” l’annuncio  della moneta creata dall’Associazione “Amici di Palazzo Cusani”

PRINCIPIA BRUNA ROSCO, 17.12.2013

Il calendesercito 2014MILANO– Nell’importante Palazzo Cusani di via Brera 15 – Milano, sede del Comando Militare Esercito Lombardia, martedì 26 novembre 2013, il Generale di Brigata Antonio Pennino, Comandante Militare Esercito Lombardia, ha presentato l’annuale Calendario dell’Esercito 2014 che, quest’anno, è stato intitolato “EsercitoMio”. L’evento ha avuto la presenza straordinaria del bravo e simpatico giornalista Beppe Severgnini del Corriere della Sera, del noto vignettista Fabio Sironi e del famoso giornalista Toni Capuozzo.

Il CalendEsercito 2014 “EsercitoMio” è un prodotto editoriale completamente nuovo nel panorama dei calendari dell’Esercito, composto dai disegni dei figli e dei parenti dei soldati dell’Esercito che hanno raccontato, nei dodici mesi che compongono l’opera, la loro visione dell’organizzazione militare. I piccoli artisti, dai cinque ai quattordici anni, sono riusciti a cogliere le caratteristiche dell’organizzazione militare e, contemporaneamente, a descrivere i momenti più intimi della vita famigliare. La particolarità del CalendEsercito 2014, oltre che dal tema scelto, è data dalla presenza di uno dei personaggi più famosi del mondo dell’infanzia: Geronimo Stilton. Il topo giornalista partecipa al progetto editoriale commentando, a suo modo, i disegni e le situazioni evidenziate. Il paginone centrale è la sintesi del calendario ed è un unicum con tutte le sfaccettature che lo compongono. I disegni dei mesi, tutti raccolti per tematiche, rendono l’idea di quanto sia diversificata l’azione dell’Esercito e quanto sia compreso e partecipato il suo ruolo nella società contemporanea.

Gen. di B. Antonio Pennino, Comandante Esercito Militare LombardiaOrgoglioso ed entusiasta che il calendario fosse stato realizzato sulle sensazioni dei bambini, il Generale Pennino, si è soffermato sul disegno di Sofia Cantarello di sette anniche ha disegnato il papà con da una parte la bandiera e dall’altra il cuore con il suo pensiero: “Il mio papà pensa sempre a me, soprattutto quando è lontano. Ha sempre nel suo cuore me e mio fratello e gli voglio tanto benee su quello Isabella Russo di otto anni che ha così scritto “In questo disegno ho rappresentato la maestra che spiega il tricolore e io penso al mio papà che è un militare che lavora per la Bandiera Italiana”. «Quest’ultimo disegno - dice il Generale - mi fa venire in mente quando andavo a scuola e si cantava “La Bandiera dei Tre Colori”».

Durante l’evento, il mitico Toni Capuozzo ha ricevuto un Attestato di Benemerenza da parte del Comando Militare Esercito Lombardia. Il giornalista, commosso, ha ringraziato per l’importante attestazione alla sua carriera che aveva la seguente motivazione:  “Giornalista ed inviato, per il fondamentale contributo che gli efficacissimi messaggi di appello, da Lei rivolti, hanno fornito nell’ambito della realizzazione del vitale supporto logistico, indispensabile nelle difficili delicate attività, tese alla cura e riabilitazione delle persone affette da disabilità, con particolare riferimento all’ammirevole e partecipe slancio con cui si è prodigato nella delicata vicenda del nostro Luca Barisonzi e delle complesse e variegate esigenze ad essa connesse”.

Toni Capuozzo ha affermato che, nella sua lunga carriera, ha seguito tutte le trasmissioni sulle Forze Armate e taluni giorni ha familiarizzato con i soldati e condividendo tutto con loro. «In quei momenti capisci che stai vivendo una giornata che riempie la parola Patria. Se mi dovessero chiedere in questi anni cosa è cambiano nell’Esercito, risponderei che è diverso. Le Forze Armate sono inevitabilmente migliorate, enormemente diverse da quelle che erano prima e, questo cambiamento, ti fa sentire di essere contento di essere italiano. Paragono quest’amore per la Patria a quando soffriamo per la mancanza di un familiare e rimpiangi di averlo fatto soffrire inutilmente, di non averlo amato come avresti voluto». Il bravissimo Toni Capuozzo, ha poi rivolto parole di grande stima per i due Marò che stanno dando prova di grande dignità: «Sono persone semplici, innocenti che ci fanno sentire orgogliosi di essere italiani».

Il Generale Pennino ha sottolineato come l’Esercito sia una grande famiglia: «Quando un nostro soldato è fuori dalla madrepatria ha bisogno del sostegno della famiglia e del Paese perché rappresentano un grande supporto morale, non lo fanno sentire solo. Oramai, le missioni all’estero come quelle del Libano e dell’Afghanistan stanno terminando e, ultimamente, sono stati ritirati più di 400 soldati».

Ha preso la parola l’Assessore Cristina Stancari: «L’Amministrazione Comunale con l’Esercito e  le Associazioni del territorio ha un rapporto d’amore che ci unisce nelle difficoltà. Ringraziamo l’Esercito che ci è sempre vicino nei momenti importanti e per quello che fa nel territorio».

Il Generale Pennino ha colto l’occasione per ricordare l’importante ruolo svolto dalla Forza Armata al servizio della Comunità e delle Istituzioni in Patria come nelle missioni internazionali con i valori che la caratterizzano. «Negli ultimi anni abbiamo fatto molte cose – afferma il Generale Pennino - come vari Tour Promozionali, partecipato a varie attività ed eventi sportivi, tenuto molte conferenze e presentazioni di libri, creato molte sinergie e concerti nel cortile d’onore di Palazzo Cusani con il Patrocinio del Comune, tenuto un concerto della Banda dell’Esercito sulle guglie del Duomo di Milano, abbiamo anche lanciato il progetto legalità e fatto presente come la criminalità si sviluppi e come contrastarla». 

Il Generale ha anche ricordato che il 25 novembre è stata la giornata contro la violenza alle donne: «Il femminicidio è un  fenomeno drammatico e agghiacciante che deve essere assolutamente contrastato perché quella forma di possessività maschilista non la si può certo chiamare Amore. Con l’entrata nelle Forze Armate delle donne si è voluto dare un segnale positivo sul fatto che ora tra l’uomo e la donna c’è un concetto di assoluta parità. Ultimamente abbiamo lanciato un concorso  vinto da due studentesse che si sono classificate prime nelle attività».

E’ intervenuto Beppe Severgnini: «Ho osservato con attenzione il Calendario e posso senz’altro affermare che i disegni sono molto belli e che rispecchiano il lato altruistico delle Forze Armate. D’altronde, i bambini, nella loro semplicità, hanno visto e inteso il lato giusto del concetto di aiuto umanitario da portare ad altri Paesi; hanno capito che le Forze Armate non portano la violenza, ma aiuto a chi ne ha bisogno». 

Una nota divertente l’ha data il vignettista Fabio Sironi che avrebbe voluto chiedere ai bambini di prenderlo come allievo in quanto essi hanno una grande freschezza. «Quando il Generale Pennino - dice Sironi - mi ha chiesto di fare qualche vignetta sull’Esercito mi sono davvero divertito nel realizzarle».

Con l’occasione, il Generale Pennino ha presentato la speciale emissione dellamoneta Expo 2015 personalizzata per l’Associazione “Amici di Palazzo Cusani”. «Tale moneta - afferma il Generale - èda utilizzare per condividere l’evento Expo 2015 così importante per Milano e per tutta l’Italia. E’ un piccolo oggetto indistruttibile nato come messaggio di comunicazione, forma tangibile di un valore vero attraverso il metallo con cui è realizzata. Essa rappresenta un'assoluta novità:è la prima coniazione ecologica (Eco Coin) creata con metalli riciclati, nell'ambito della filosofia "Ethic and social responsability", realizzata dadesigner di prestigio come Luc Luycx, con i simboli di tutte le monete Euro in circolazione e la firma di Laura Cretara, autrice dell'Euro italiano e  prima donna al mondo ad aver firmato una moneta».

La serata è terminata con la consegna delle targhe della facciata di Palazzo Cusani a Beppe Severgnini e a Fabio Sironi, dell’Attestato di Benemerenzada parte del Comando Militare Esercito Lombardiaal mitico Toni Capuozzo, con la consegna del prezioso CalendEsercito 2014 “EsercitoMio” alla Brochs Brothers e con una targa donata al Generale di Brigata Antonio Penninoda parte dell’Associazione protezione civile paracadutisti Lombardia.

Tra le Autorità presenti: il dott. Marco Granelli, Assessore alla Sicurezza e coesione sociale, Polizia locale, Protezione civile, Volontariato del Comune di Milano, la dr.ssa Cristina Stancari, Assessore allo Sport e tempo libero, Politiche giovanili, Pari opportunità e Ambiente della Provincia di Milano, il dott. Giuseppe Petralia, Dirigente l’Ufficio Scolastico Provinciale di Milano e i Generali (aus) Camillo de Milato, Giovanni Fantasia e Piero Lucchetti.

le foto sono stata concesse da ALBUMITALIA

Sei qui: Home AREE TEMATICHE ASSOCIAZIONISMO IL CALENDESERCITO 2014 PRESENTATO DAL GENERALE ANTONIO PENNINO-BRUNA ROSCO Principia