DAL 7 AL 10 NOVEMBRE CON “UNA MONTAGNA DI GUSTO”

Da “La Sosta” a “La Merenda Sinoira” nella porta canavesana della Valle d’Aosta alla balconata del Canavese con “Villa Lunardini” ed alla vallata dei presepi con “L’Equinozio”

GIANNI FERRARO, 03.11.2013

CANAVESE - Continua “Una Montagna di Gusto” 2° rassegna enogastrosofica organizzata dal Consorzio Operatori Turistici Valli del Canavese.

Si parte giovedì 7 alle ore 20 sulla Via Francigena a Settimo Vittone all’osteria “La Sosta”, 0125.658858, dove la cucina canavesana trionfa tutto l’anno. Per tale occasione nell’antico hospitale che accoglieva i pellegrini, rimesso a nuovo, il ristorante propone il vermuth delle priorate, i salumi di questa terra ai confini con la Valle d’Aosta, i porcini, la zuppa di cavolo con le miasse, il risotto con la tometta settimese e il fricandò, il tutto innaffiato dal nebbiolo “Giös” prodotto dai vigneti terrazzati di Montestrutto, al prezzo di 35 Euro tutto compreso.

Sempre a Settimo Vittone, ma salendo a Cornaley, venerdì 8 alle ore 20,30 ecco “La Marenda Sinoira”, 0125.658470. All’aperitivo nella splendida cantina segue la cena con le delizie della zona come il tomino di Cesnola con l’olio extravergine di Settimo Vittone, le fresse alla canavesana, le tagliatelle di castagne ai funghi, i formaggi locali e castagne anche nel dolce con la splendida mousse con i biscottini di antichi mais accompagnati da un bicchierino di Passito di Settimo Vittone, al costo di Euro 25 bevande escluse .

Sabato 9 alle ore 20 invece è la volta di Frassinetto, il balcone del Canavese, dove “Villa Lunardini”, 0124.801072 presenta l’offerta “Dormi da noi”, davvero vantaggiosa: cena alle ore 20 a base di tipici antipasti, lasagne caserecce, brasato e crostata, con pernottamento e prima colazione al prezzo complessivo di 40 Euro. La sola cena costa 25 Euro vini esclusi.

Infine domenica 10 novembre si pranza alle ore 13 nel verde della Valle Sacra a “L’Equin’Ozio”, 0124 513635 in frazione Filia di Castellamonte. Tra le squisitezze in menù si potrà gustare il salampatata in crosta con fonduta, la zucca in carpione, le cipolle ripiene con l’amaretto, la tofeja, i pruss martin con crema di zabaione e paste di meliga al Pignoletto. Nel pomeriggio, poi, castagnata e vin brulé. Il costo è di 28 Euro vino incluso.

Per tutti i ristoranti è gradita la prenotazione.