DELLE NOVITÀ  E DEL FUTURO DELL’EDITORIA AL XXV SALONE INTERNAZIONALE   AL LINGOTTO DI TORINO

GABRIELLA OLDANO – 09.05.2012

XXV Salone Internazionale del Libro Lingotto di Torino - logoTORINO – Saranno la  visita prima alle ore 10 nel padiglione 5 alla mostra «La Città Visibile. Torino, 1988-2012» a cura di Luca Beatrice che racconta i 25 anni del capoluogo torinese e  la cerimonia di inaugurazione poi in Sala Gialla con gli interventi degli organizzatori, delle autorità e dei rappresentanti dei Paesi ospiti –  quest’anno la Spagna, nel padiglione 2 e la Romania  nel padiglione 3–, accompagnata dalle note dell’orchestra internazionale Pequeñas Huellas diretta da Margherita Pupulin,  ad aprire giovedì 10 maggio al  Lingotto Fiere, via Nizza 280,   la  XXV kermesse editoriale  dedicata alla   «Primavera Digitale. La vita in rete».

Diretto da Ernesto Ferrero e presieduto da Rolando Picchioni  il Salone internazionale, che si rivolge al pubblico e agli espositori ed operatori commerciali, si svolgerà fino a lunedì 14 maggio, dove in un’immenso spazio comune, piccoli e grandi editori,  circa 1200 espositori, sfoggeranno novità,  una varietà di saperi e di conoscenza, non solo attraverso l’esposizione di libri affastellati negli stand, ma anche attraverso  incontri e convegni tra   autori − noti ed emergenti a livello nazionale e internazionale −, ed il pubblico,  costituito da adulti, giovani e bambini.

Attorno al  destino dell’editoria  su carta, dell’editore alle prese con il nuovo microblog Twitter,  ma anche alla gestione della conservazione a lungo termine dei contenuti digitali  e dei risvolti sociali del vivere in rete o di democrazia digitale con i social media,  del diritto d’autore  e della pubblicazione in rete, sono alcuni degli argomenti fra i tanti che verranno affrontati nel corso della manifestazione  culturale che ha come  filo conduttore proprio  la tecnologia  digitale. Quest’anno gli internauti potranno seguire e commentare  gli eventi del salone in tempo reale su Twitter: @Salonedellibro.

Una vetrina per i protagonisti dell’editoria hi-tech è l’area del «Book to the Future», situato nel padiglione 2, dove Amazon, Nokia e Sony presenteranno i loro ultimi modelli.  I  giovani dai 14 ai 20 anni  che parteciperanno ai tanti eventi  del «Bookstock Village» nel padiglione 5, curati dallo scrittore Andrea Bajani, e  i bambini più piccoli seguiti da Eros Miari, potranno fare esperienza multimediale, creare una  editoria digitale, partecipando ai  laboratori DigiLab. Per far si che le famiglie  possano godere  delle innumerevoli  attrattive culturali che il Salone offre, è previsto, sempre nell’area del Bookstock Village, per i più piccoli, un “baby sitting letterario”,  tutti i pomeriggi dalle ore 16 e il sabato e la domenica tutto il giorno,.

Ci saranno incontri che riguarderanno il  romanzo giallo con Henning Mankell e  Bijorn Larsson;  la legalità e mafia con il magistrato  Pietro Grasso;  il tema del  divino nell’arte contemporanea con il critico d’arte Vittorio Sgarbi;  la relazione uomo e fede con il  priore della comunità di Bose Enzo Bianchi;  le nuove frontiere in medicina con  Umberto Veronesi in occasione del suo libro  «Il primo giorno senza cancro»;   sulle questioni attorno ai concetti di  «Persona, famiglia  e società»  con il cardinale Angelo Scola e l’arcivescovo Cesare Nosiglia, sull’editoria, «Come nascono i libri» con Claudio Magris;  sul museo con il  critico d’arte  Philippe Daverio. E poi ancora  in programma   spazi aperti alla discussione riguardo all’etica, all’ambiente, alla didattica e linguistica.

Il Salone sarà anche il luogo di  premiazioni  per la scrittrice americana Elizabeth Strout che riceverà il Premio Mondello internazionale,  per Ezio Raimondi a cui andrà il premio Giuseppe Bonora per la critica militante,  del concorso letterario Terra Madre  per scrittrici straniere in Italia e di eventi in memoria dello scrittore  torinese e giornalista Carlo Fruttero, di Giovanni Falcone e Paolo Borsellino, di Giulio Einaudi,  di Primo Levi,  del  poeta Andrea Zanzotto e  di Philip Kindred Dick,  autore di fantascienza.

A partecipare la prima volta al Salone è la cooperativa sociale «Arcobaleno» del Consorzio sociale Abele Lavoro, presieduta da Tito Ammirati, che allo stand H117 G118 del padiglione 2 farà conoscere  i progetti avviati  quali  il servizio «Cartesio»:per la raccolta differenziata porta a porta della carta e cartone, e  quello “racchiuso” nel Cofanetto Arcobaleno – un filmato in dvd «40% le mani libere del destino» di Riccardo Jacopino e un libro «Visti da dentro» di Giovanni Jozzi» che verrà presentato giovedì alle ore 15.30 nella Sala Gialla.

Libro e cioccolato” è il binomio scelto dal curatore di  «Tentazione e Meditazione», nel padiglione 5,  il giornalista Paolo Massobrio che farà conoscere    dalla scoperta del burro di cacao al suo approdo a Torino per finire con una degustazione del cioccolato. Ne faranno  da corollario  quattro appuntamenti di «Parole fuori…Bottega» che si svolgeranno nella storica bottega-atelier di Guido Gobino, in via Lagrange 1. Fra gli ospiti Bruno Gambarotta, Giuseppe Culicchia e  padre Enzo Bianchi che sabato 12 maggio alle ore 16.45  parlerà di «Santità del cioccolato».

Tante e differenti sono le  aree oltre a quelle  già citate,  create per soddisfare i diversi gusti del pubblico e  gli interessi professionali degli operatori del settore. «Dimensione musica» ha a disposizione un’area di 1000 metri quadri. Esperienze multiculturali di «Lingua Madre», organizzato con la Regione Piemonte,  è lo spazio in cui  si dialogherà con ospiti quali   lo scrittore americano Ayad Akhtar e  israeliano Ron Leshem, il giornalista ed editore dissidente yemenita Ali-al-Maqri,  la giornalista  catalana Agnès Rotger  autrice della storia di una giovane afghana che si è dovuta travestire  da uomo per lavorare e mantenere la propria famiglia.

Nell’area  dedicata all’editoria della cultura religiosa, «Sant’Anselmo»,  tra i vari  appuntamenti, si segnalano quelli di giovedì, l’uno con don Valerio Bocci direttore della casa editrice Elledici  che presenta il libro «Comunicare la fede ai ragazzi 2.0» assieme allo psichiatra Alessandro Meluzzi e l’altro con monsignor Cesare Nosiglia, arcivescovo della diocesi di Torino e il vaticanista Sandro Magister, che intervengono  alla presentazione «Gesù nostro contemporaneo» a cura di Cantagalli e dell’Associazione Sant’Anselmo Progetto culturale Cei. Venerdì con il sociologo Franco Garelli  il  vaticanista Aldo Maria Valli presenta la sua recente opera «Dai tetti in su, dai tetti in giù. Ovvero come e perché la famiglia cristiana  può salvare il mondo» edito da Messaggero Padova, e  poi più tardi sempre legato al tema della famiglia  il curatore Giuliano Vigini e  Aldo Maria Valli presentano  l’opera delle Paoline «La Famiglia. Speranza della Chiesa e della Società». Ancora sabato con Marta Margotti, autrice di «La fabbrica dei cattolici. Chiesa, industria e organizzazioni operaie a Torino (1948-1965)» e  infine lunedì con gli interventi di Claudio Bertolotto, Arabella Cifani e  Maria Teresa Reineri attorno all’opera  «Mariana Fontanella, beata Maria degli Angeli. Storia, spiritualità, arte nella Torino barocca», a cura di Effatà.

Per info:  www.salonelibro.it  e programma 

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Sei qui: Home AREE TEMATICHE EVENTI SPECIALI DELLE NOVITA' E DEL FUTURO DELL'EDITORIA AL XXV SALONE INTERNAZIONALE A LINGOTTO DI TORINO - OLDANO Gabriella