PRIMA VISITA DEL VESCOVO CERRATO A TORRAZZA PIEMONTE IN OCCASIONE DELLE CRESIME

GABRIELLA OLDANO - 16.05.2013

Torrazza Piemonte (To) – Con un sorriso e una stretta di mano il vescovo di Ivrea monsignor Edoardo Cerrato ha fatto il suo primo ingresso  nella comunità torrazzese domenica  pomeriggio 12 maggio per amministrare  il Sacramento della Cresima.

 

In una bella giornata di sole lo attendevano    gli animatori dell’Oratorio San Domenico Savio che gli hanno dato il benvenuto sul piazzale  della Chiesa San Giacomo Maggiore   e poi sul sagrato il parroco di Torrazza e Borgoregio don Patrice Munyentwali e le catechiste  Martina Gavazza e Amanda Pincin.

Accompagnati dai genitori, padrini e madrine, familiari  e amici, 26  cresimandi hanno ricevuto, in quella giornata di Ascensione del Signore,  il dono dello Spirito Santo.  Monsignor Edoardo Cerrato ha unto col sacro crisma la fronte di Simone Baesso,  Daniele Bigotti,  Alessia Buffo, Cristina Caracciolo, Arianna Clara, Francesco  Cannone,  Elisa Casale, Antonio Di Francesco, Andrea Dotto, Valentina Elia, Samuele Ferrero,  Mattia La Citignola, Lo Bianco Lorenzo, Gaia Locatelli, Nicolò Matera, Rebecca Milano, Christian Mulè, Francesco Piro, Fabio Rattero, Sebastiano Trunfio,  Anastasia e Lucrezia Vicenti e  quattro adulti.

Nell’omelia  della Santa Messa monsignor Cerrato ha  ricordato  loro    quanto sia importante  il Sacramento  della Confermazione  per un  cristiano che è  chiamato  a   impegnarsi   ogni giorno della vita all’incontro con Dio.  Non deve fare a meno «della messa domenicale, della comunione, del  sacramento della Confessione, delle preghiere quotidiane».

Una funzione solenne, animata dai canti della Cantoria parrocchiale dei giovani “Notte Musicale”,   di Torrazza e Borgoregio, diretti dal maestro organista Livio Rigat. Hanno concelebrato don Patrice,  don Gino Casardi di Rondissone e Leonidas  Uwizeyimana proveniente dalla Svizzera, aiutati dai chierichetti Marta Striglia, Chiara Cavazza e Giada Pastore.

La cerimonia si è conclusa con la partecipazione del vescovo al convivio nel padiglione gastronomico dell’Oratorio, adiacente la Parrocchia.  Con lui,  oltre  ai sacerdoti già presenti, don Giuseppe Boero e il sindaco Simonetta Gronchi. Laura Monaco ha ricordato i compianti Livio Gallina e Filiberto Gronchi, ideatori delle feste solidali di Maggio e  che nel corso degli   11 anni grazie a tali  feste solidali si è contribuito alla realizzazione di molte opere  per l’oratorio e  la chiesa   dalla ristrutturazione del tetto al restauro dell’organo. Quest’anno i fondi raccolti dalla  festa andranno devoluti al restauro interno della chiesa.

Una menzione particolare  ai tanti bravi volontari  che sono riusciti a realizzare dei piacevoli momenti di fraternità nelle  due giornate di sabato e domenica,    da Giuseppe  Gallina e Ercole Pellegrini che hanno messo a disposizione il padiglione e gli strumenti della cucina, ai i numerosi collaboratori tra i quali  Laura, Graziella, Leonardo, Carlo, Pierluisa, Giorgio Sidoli e alcuni  ragazzi dell’Oratorio.

E domenica 19 Torrazza sarà nuovamente in festa per le Prime Comunioni.

Articolo tratto da Il Risveglio Popolare di Ivrea, 16 maggio 2013, pag. 6

©riproduzione riservata

 

Il servizio fotografico della Confermazione  2013 a Torrazza Piemonte è a cura di Andrea Colapinto © E.S.P. foto Saluggia

----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

 

Sei qui: Home AREE TEMATICHE VITA DELLA CHIESA TORRAZZA PIEMONTE - CRESIME E FESTA SOLIDALE DI MAGGIO - 10.05.2013