“IMMAGINE PER IL PIEMONTE”: UN'ASSOCIAZIONE VIVA CHE GUARDA LONTANO

«Per l’onore del Piemonte di oggi, nella consapevole memoria di quello di ieri e nella fattiva promozione di quello di domani» con il presidente Vittorio G. Cardinali

GINA ZAMMIELLO –  15. 04.2013

Vittorio G. CardinaliTORINO Una passione coltivata sui banchi di scuola. L’arte e la storia del Piemonte non hanno mai smesso di affascinare, allora come oggi, Vittorio G. Cardinali, giornalista, scrittore e presidente dell’associazione culturale «Immagine per il Piemonte». Già a vent’anni muove i primi passi nella collaborazione ad associazioni e periodici piemontesi che lo porteranno a crescere, farsi stimare e una decina di anni più tardi, nel 1992, avviare un progetto culturale di ricerca e di promozione degli aspetti peculiari  della capitale sabauda e del territorio piemontese, creando l’associazione “Immagine per il Piemonte”, onlus dal 2008.

Aperta al dialogo e al dibattito fra i soci e altre realtà associative, Immagine, che non ha alcuna finalità di tipo economico e politico, continua nel proprio lavoro di migliorare l’immagine della Regione. Come farlo? «Cercando di intuire, analizzare quali aspetti e tradizioni suscitino ancora interesse nell’animo dei piemontesi», spiega Cardinali. È recente la presentazione del volume sulle origini dei Monti di Pietà (Effatà) di Nicola Di Mauro, all’istituto Missioni della Consolata, mentre è in itinere il ciclo di lezioni sulla storia dei Capi di Stato nei 150 anni dell’unità d’Italia. Al passo coi tempi, tutte le iniziative e le scoperte e novità storiche con cui condividere commenti sono su Facebook (http://it-it.facebook.com/pages/ASSOCIAZIONE-IMMAGINE-per-il-PIEMONTE-onlus/126988137338201?sk=info )

Non solo storia, arte, letteratura, tradizioni e musica, ma anche turismo e viaggi  sono  gli argomenti proposti a  soci e simpatizzanti. Promuove, inoltre, incontri di altre realtà associative locali ed organizza convegni di studi nazionali.

Un fiore all’occhiello è la biblioteca, aperta al pubblico, che ha visto crescere in grande misura il proprio patrimonio e conta oggi 6mila volumi e quasi 800 periodici.   Dal 2001 è nella sede dell’Associazione di via Legnano 2/b a Torino.

La targa Dal 1995 «Immagine per il Piemonte» conferisce annualmente il Premio di Cultura “L’Arcangelo ad associazioni, enti o a personaggi che si siano distinti nella loro attività ispirandosi a quei valori che il presidente Cardinali vede «nell’onore del Piemonte di oggi, nella consapevole memoria di quello di ieri e nella fattiva promozione di quello di domani». Il 13 dicembre scorso il riconoscimento è andato al professor Aldo A. Mola, quale “storico e ricercatore insigne, di nascita e formazione piemontese, assurgeva ai più alti livelli della considerazione nazionale ed internazionale, per l’instancabile opera di saggistica storica, sempre rigorosamente testimoniata dalle fonti documentali…”.

©riproduzione riservata

 
Sei qui: Home GIORNALISMO-UNIVERSITA' A.A. 2012-2013 “IMMAGINE PER IL PIEMONTE”: UN'ASSOCIAZIONE VIVA CHE GUARDA LONTANO-ZAMMIELLO Gina