APRE LA MOSTRA “DE GASPERI. IL CORAGGIO DI COSTRUIRE"

Al Polo del ‘900 di Torino. Uno dei padri della Patria raccontato dai giovani per i giovani

Romina Deputato, 24.04.2017

TORINO – Aperta dal 21 aprile al 30 giugno 2017 la mostra De Gasperi. Il coraggio di costruire, allestita nel Polo del ‘900 in via del Carmine 14 e nata dalla voglia di coniugare i valori del grande statista trentino con il linguaggio giovanile. Si tratta di una mostra itinerante della durata di 2-3 anni, sorta dalla collaborazione con Maria Romana De Gasperi e con la Fondazione Donat-Cattin, e patrocinata dalla Compagnia di San Paolo.

Non si tratta solo di entrare nella vita politica di Alcide De Gasperi, ma di addentrarsi anche negli aspetti più privati e intimi della sua esistenza, quelli che spesso vengono ignorati o del tutto dimenticati nell’analisi di questa figura così importante per l’Italia.

La mostra si compone di 3 isole principali. La prima è sull’identità, analizzata attraverso il legame con la sua terra e con la sua famiglia. Il Trentino era all’epoca un territorio multietnico, sotto il dominio dell’impero Austro-Ungarico. Fu proprio questo contesto variopinto ad accendere in lui la voglia di lottare per il suo popolo e per l’integrazione europea. La seconda isola è sulla vocazione: De Gasperi erano nutrito da una profonda fede, che ha caratterizzato tutta la sua vita pubblica e privata; ma anche da un fortissimo desiderio di fare politica nel senso più alto del termine. La terza e ultima isola è quella del sogno: da una parte per l’Italia democratica, dall’altra per l’Europa unita. È una mostra interattiva, con iPad che mostrano foto e video dell’Istituto Luce, interviste e dialoghi suggestivi, brani emblematici di alcuni dei manifesti programmatici della DC e infine copie di alcune delle lettere più significative della sua attività politica.

I punti di riferimento di tutta la sua vita sono stati la Bibbia, in particolare i Salmi e le Lettere di San Paolo, l’Imitatio Christi e la Divina Commedia. Molti dei suoi discorsi sono pieni di echi di questi pilastri di tutto il popolo italiano, se non addirittura della cultura e del mondo occidentale. È stata la sua fede in Dio, nell’uomo e nel popolo italiano che ha contraddistinto Alcide De Gasperi, che ha alimentato la fiamma del suo coraggio e della sua forza di volontà. Questo grande statista era consapevole di essere solo una penna nelle mani di Dio e si è lasciato guidare da questa grande Forza fino al suo ultimo respiro. Nel suo testamento spirituale afferma infatti: «Il Signore ti permette di fare progetti, ti dà energia e vita. Poi quando credi di essere necessario, indispensabile al tuo lavoro ti toglie tutto improvvisamente; ti fa capire che sei soltanto utile […] E tu non vuoi […] La nostra piccola mente umana ha bisogno delle cose finite e non si rassegna a lasciare ad altri gli oggetti della propria passione incompiuta.»

-----------------------------------------------

Sei qui: Home GIORNALISMO-UNIVERSITA' A.A. 2016-2017 APRE LA MOSTRA “DE GASPERI. IL CORAGGIO DI COSTRUIRE" - Romina DEPUTATO